Percorso1Tappa5SDC

 


titolo_01

A nord del Battistero, sotto l’ex Canonica di San Giovanni (oggi Centro OPA), si trovano i resti di una fullonica attiva tra la seconda metà del II ed IV secolo d.C., costituita da vasche in cocciopesto servite da una rampa lunga e stretta, forse legata a una terrazza per l’asciugatura dei tessuti. Nel corso degli scavi sono stati recuperate migliaia di reperti ceramici, una ventina di anfore, vetri, elementi architettonici, oggetti in bronzo e molte monete. Notevole il numero di aghi da cucito e spilloni, anche semilavorati, che fanno ipotizzare, associata alla tintoria, la presenza di una fabbrica per la lavorazione dell’osso.